12062725 10206503511940784 1821068631 o

SANT’ONOFRIO AMICO FRATERNO

Monticchiello, settembre 2000 – Quando l’amicizia riesce a portare un’orda di romani (nel senso di romani de Roma) a Monticchiello per giocare un’amichevole. Il tutto grazie ad Andrea Criscenti (che della squadra amatoriale del Sant’Onofrio è stato fondatore, poi giocatore e capitano, infine Presidente), che passando diversi giorni all’anno nella casa paterna nel paese valdorciano ha stretto amicizie un po’ con tutti i giocatori bianconeri.
E così nella preparazione di quel campionato, che sarà poi il primo in Eccellenza della storia del Monticchiello, riusciamo, grazie alla collaborazione fattiva di bomber Cappelli, a giocare quella partita con i “romani”, ma soprattutto a fare una meravigliosa merenda/cena finale nei locali della taverna di Bronzone, insieme ai nostri avversari e in compagnia delle loro accompagnatrici.
Che dire. Una serata magnifica e la conoscenza di tanti nuovi amici.
E infatti negli anni successivi, tra i tesserati bianconeri a sostegno in campo delle prestazioni della squadra, figureranno anche il mediano Criscenti Andrea (il primo della serie) del quale ricordiamo il mitico gol “non ci credo l’ho fatto de punta” nel campionato 2004-2005 che dette inizio, a San Quirico d’Orcia alla prima giornata di ritorno, alla roboante risalita della squadra; poi Palombo Adriano, fine trequartista innamorato dei nostri colori, e infine Codina Antonio, possente mezzala frequentatore abituale delle vie del paese.
Ancora una volta: il calcio come mezzo di unione tra ragazzi. E la nostra associazione sempre presente.

A cura di Gian Luca Boscagli