12062725 10206503511940784 1821068631 o

SOCIETA' FILARMONICA “A. GIARDINI”

 

Altra importantissima identità aggregante di Monticchiello è la Società Filarmonica A.Giardini, costituita il giorno 23 giugno 1889.

Dai registri dell’archivio della Società risulta che nella prima adunanza i 21 soci fondatori presenti deliberano l’elezione del Consiglio, con i seguenti risultati: 

  1°    Il Signor Dottor Temistocle Sodi, Presidente, voti 21;
  2°    Il Signor Proposto Don Maurizio Romanelli, Vice Presidente, voti 21;
  3°    Il Signor Cavaliere Giuseppe de Lorenzo, Presidente Onorario, voti 21;
  4°    Il Signor Maestro Arnaldo Giardini, Segretario, voti 17;
  5°    Il Signor Mangiavacchi Agostino, vice Segretario, voti 12;
  6°    Il Signor Mangiavacchi Orazio, Cassiere, voti 14;
  7°    Il Signor Guerrini Gaetano, Consigliere voti 11;
  8°    Il Signor Baldi Vincenzo, Consigliere, voti 14;
  9°    Il Signor Vignai Redendo, Consigliere voti 15;
10°    Il Signor Mangiavacchi Alipio, Consigliere, voti 11;
11°    Il Signor Pasquini Vincenzo, Bidello, voti 9.
 

banda primi anni nove100

Banda primi del 900

In realtà la Banda si esibisce già il 2 giugno, prima della sua nascita formale, durante la festa dello Statuto Albertino, celebrata sul vicino colle Mosca.

Nel 1887 è nominato maestro elementare Arnaldo Giardini, proveniente da Chianciano Terme. Autentico animatore, poeta di idee liberal-monarchiche, grande organizzatore (fondatore anche della Croce Turchina, una sorta di pubblica assistenza locale dell’epoca dedita al trasporto di malati ed infermi), il Giardini raduna presso di sé un gruppo di giovani e, spronato dal Dottor Temistocle Sodi, medico condotto, e dal Parroco Don Maurizio Romanelli, ottiene dal comune di Pienza che sia insegnata musica anche nel piccolo borgo. L’incarico è affidato al maestro Alceo Fabrucci che, per tre volte alla settimana, impartisce lezioni ad un gruppo di circa 30 allievi.

Con l’aiuto del conte Borghesi, del comune e di altri privati, vengono comperati i primi strumenti presso la ditta Orsi di Milano. Dopo due anni la Banda é pronta, guidata dal maestro Fabrucci. Di seguito un elenco dei primi musicanti:

Mangiavacchi Agostino, Baldi Vincenzo, Mangiavacchi Luigi, Mangiavacchi Adolfo, Mazzantini Gelasio, Mangiavacchi Alipio, Raffaelli Dante, Mangiavacchi Collatino, Mangiavacchi Giuseppe, Bronzi Chiarino, Raffaelli Anastasio, Raffaelli Antonio, Santinelli Angiolino, Bianchini Emilio. 

complesso musicale 1925

 Complesso musicale, 1925

Dopo il trasferimento del Dottor Sodi da Monticchiello a Montefollonico, viene nominato presidente Arnaldo Giardini, in carica fino alla morte nel 1921. 

Il successivo presidente è Tiberio Mencarelli, mentre alla direzione della Banda subentra Collatino Mangiavacchi. Nel 1926, la Società Filarmonica viene sciolta dalle autorità fasciste perché ritenuta “sovversiva”. Le imputazioni si riferiscono al 1° Maggio 1925, festa del Lavoro, quando la Banda suona a Montepulciano gli inni proibiti dalle leggi vigenti: “l’Inno dei Lavoratori” e “l’Internazionale”. 

Negli anni 30, su iniziativa del segretario del fascio locale, Vincenzo Pasquini, e con l’aiuto di alcuni giovani musicanti, si ricostituisce una piccola Banda che prende il nome di Filarmonica “R. Daus”, diretta da Attilio Mangiavacchi. 

Nel 1934 sono rinnovati tutti gli strumenti, acquistati presso la Ditta Saporetti & Cappelli di Firenze. La Banda suona fino al 1940.

In questo periodo di estrema difficoltà, Attilio Mangiavacchi riesce a salvaguardare i preziosi strumenti musicali e, tra il giugno del 1944 e l’aprile del 1945, “rimette in piedi” la Banda. Sia la sera del 25 aprile, festa di Liberazione dell’Italia, che la sera dell’ 8 Maggio 1945, fine della Guerra, si svolgono per le vie del paese cortei di gente festante tra la musica della rinata Banda.

Tuttavia è l’ottobre 1945 quando, formalmente, viene ricostituita la Società Filarmonica, con l’elezione di Tiberio Mencarelli a presidente, fino al 1957, anno nel quale gli subentra il Cavalier Franco Angheben, in carica sino alla morte nel 1968.

Quattro anni prima, nel 1964, grazie alla solidarietà della gente di Monticchiello, vengono raccolte, tramite colletta, lire 660.000, utilizzate per il totale rinnovo degli strumenti, acquistati presso la Ditta Morutto di Torino. La Banda aumenta di numero arrivando a 25 componenti. Nel 1969 viene nominato presidente il maestro Aldo Nisi, in carica fino al 1985. Dal 1986, la presidenza e la direzione della banda passano ad Alpo Mangiavacchi, figlio di Attilio Mangiavacchi, che, seguendo le orme paterne, mette tutta la propria energia a disposizione del corpo bandistico. Nel 1987 viene approvato il nuovo Statuto e dato un nuovo assetto alla Società Filarmonica che prende il nome di Società Filarmonica “A.Giardini”, in onore del suo fondatore. Dal 1993 viene pagato con molto sacrificio un insegnante di musica, Massimo Guerri. Da allora, 11 nuovi giovani sono entrati a far parte della banda mentre attualmente 8 alunni studiano musica (dati riferiti al 2002 quando è stato scritto questo testo). 

rassegna bande

 Pienza, Piazza Pio II, rassegna bande

Dal 1889 ad oggi, la Banda di Monticchiello continua ad accompagnare le sorti di questo minuscolo borgo, durante celebrazioni civili e riti religiosi, eventi lieti e momenti tristi come la scomparsa di un paesano, ma sempre con una presenza ormai indispensabile per tutta la comunità.

banda-small

Monticchiello, Via S.Luigi, processione Corpus Domini

Ricordiamo il bellissimo documentario televisivo “Storia di una banda e di un paese”, regia Nico Garrone; ideata e scritta da Maria Rosa Ceselin (scomparsa nel 2009); con la partecipazione della Società filarmonica A.Giardini e del Teatro Povero di Monticchiello; costumi Giuliana Colzi; musiche Luigi Cinque; fotografia Carlo Bragagnolo; montaggio Marco Cicalese e voce narrante Andrea Cresti.

Nico Garrone (deceduto nel 2009), è stato un giornalista italiano, critico teatrale de La Repubblica fin dal numero 0 del quotidiano nel 1976.

* il testo sopra è ripreso, ed a tratti rielaborato, dal numero di Comunità - luglio 2002 – firmato da Arturo Vignai


ELENCO MUSICANTI AL 1° GIUGNO 2015

 Andreini Celso
 Bassi Maurizio
 Cappelli Dario
 Casiroli Marta
 Cioli Alessandro
 Del Ciondolo Chiara
 Del Ciondolo Giorgio
 Del Ciondolo Paolo
 Del Ciondolo Vitaliano
 Giani Beatrice
 Giani Francesco
 Giani Miviano
 Grappi Ilvero
 Grappi Luchino
 Grappi Lucio
 Grappi Nagis
 Grappi Onorio
 Mangiavacchi Polimanti
 Mangiavacchi Renato
 Panarese Valentino
 Semplicini Marco
 Vignai Arturo
 Vignai Lucio
 Vignai Marco
 Zannini Maddalena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 A cura di Gian Paolo Boscagli

 *Testo aggiornato al 1 Giugno 2015