12062725 10206503511940784 1821068631 o

IV° MEMORIAL OLDANO RAPPUOLI - 09.09.2017

33-min

Noi ti vogliamo ricordare con la divisa della tua amatissima società per la quale eri più che un semplice presidente

ASD Padovani 1990 – Monticchiello Calcio 1966 = 0 – 0 (7 – 8 d.c.r.)
Rigori:
ASD Padovani 1990: Polidori ® – Calusi ® – Pelliccia ® (parato) – Marano ® (fuori) – Pineschi ® – Brasiello ® – Di Pietro ® – Mullisi ® – Grassini ® – Spalavigna ® (traversa)
Monticchiello Calcio 1966: Vata ® (fuori) – Tahiri ® – Gibba ® (parato) – Palucci ® – Mangiavacchi ® – Rappuoli ® – Mosca ® – Negollari ® – Liuardo ® – Del Ciondolo ®

ASD Padovani 1990: Carli, Marano, Pinna, Lotti, Pelliccia, Sesto, Savastano, Grassini, Ruggiero, D’Angelo, Gatto
A disposizione: Zampino, Pineschi, Di Pietro, Brasiello, Calusi, Mullisi, Polidori, Spalavigna
Allenatore: Francini
Monticchiello Calcio 1966: Marzuoli, Gjeli (79’ Gibba), Perugini (63’ Liardo), Mangiavacchi, Negollari, Menconi (63’ Del Ciondolo), Paolucci, Bardelli (40’ Mosca), Vata, Cesaroni (74’ Rappuoli), Tahiri
A disposizione: Bytyqi
Allenatore: Boscagli
Arbitro: signor Fratagnoli Rino

Si è svolta a Monticchiello, in un bel sabato assolato, la quarta edizione del Memorial Rappuoli, omaggio che la locale squadra di calcio rende alla memoria di una persona, quella di “Oldeno”, tanto presente e tanto amata, per quasi tutto il lungo corso della storia calcistica bianconera. Invitati a partecipare alla partita, e quindi a contendersi il trofeo in palio, la formazione colligiana del Padovani, militante nel campionato di Eccellenza. Le regole non scritte del Memorial imponevano ai dirigenti bianconeri di invitare una formazione del sud provincia, per capirsi una da “zone limitrofe”, ma quando il presidente Boscagli, nel corso delle premiazioni Uisp di maggio scorso a Colle Val d’Elsa ha rivisto Sandro Fazzuoli (che sfide in Eccellenza tra numeri 8!!!!), l’invito, per ricordare una persona che lo stesso gruppo sportivo Padovani aveva ben conosciuto, è stato automatico.
Alle 15 al mitico “don Vasco Neri”, dopo le foto di rito ed un apprezzatissimo omaggio ricevuto dagli amici colligiani, agli ordini del sempre verde Fratagnoli Rino (vero amico), le squadre scendono in campo.
Monticchiello un po’ a corto di uomini per varie motivazioni, con Marzuoli (in segno di amicizia ma non sarà un tesserato) a sostituire tra i pali l’assente Belba, che conferma praticamente l’organico della scorsa stagione, e che si presenta senza timori al cospetto di un avversario superiore di categoria. Squadre che stanno bene sul campo e si equivalgono, ma bianconeri che sembrano più volitivi: 7° Gjeli lancia per Tahiri che però viene anticipato, al 13° il cambio di Vata pesca Paolucci che conclude, ma fuori. Risponde il Padovani con la conclusione di Gatto che Marzuoli devia in corner (17°). 22°, il lancio dalle retrovie di Perugini pesca Vata che conclude ancora a lato. Minuto 25, angolo per gli ospiti e Pineschi di testa manda alto, ed un minuto dopo una conclusione violenta e maligna dai 35 metri sorvola il legno di poco. Monticchiello che gioca corto e non si scompone: al 29° il piazzato di Tahiri pesca Vata in area, che stoppa involontariamente per la conclusione di capitan Menconi, che da due passi la mette incredibilmente fuori. Nel minuto successivo l’azione insistita porta Tahiri al tiro in diagonale fuori, al 33° la conclusione di Mangiavacchi è da dimenticare, ma al 36 invece gli zebrati offrono al pubblico la più bella azione dell’incontro: i “leoni” escono dalla fase difensiva da sinistra con tocchi di prima fino a smarcare a destra Tahiri che in diagonale pesca il palo lontano, a portiere battuto. Fratagnoli decreta la fine della prima frazione, proprio sull’infortunio accorso a Bardelli che deve lasciare anzitempo per Mosca. 
La ripresa vede ancora sostanziale equilibrio, e ci vogliono 16 minuti per far si che Vata, di testa su angolo, chiami il neo entrato Zampino alla facile presa. Ancora locali e sempre Vata al 21° che manda fuori. Girandola di sostituzioni per entrambe le squadre, e gara che si spegne nelle occasioni con prevalenza di gioco nella mediana. 
Per assegnare la coppa e arricchire l’albo d’oro, si calciano direttamente i rigori. La sequenza vede partire meglio il Padovani, recuperare il Monticchiello ed andare ad oltranza, dove decide l’errore di Spalavigna (traversa) e la realizzazione di Del Ciondolo, che vale la coppa più grande. Al di là del secondo successo consecutivo nel Memorial, per i bianconeri, tra l’altro giocando anche bene contro un più quotato avversario, quello che contrava era condividere il ricordo di “Oldeno” con una società che lo conosceva e lo stimava.
Per questo va un ringraziamento davvero speciale a tutto il gruppo sportivo Padovani, e soprattutto all’amico e avversario di tante battaglie Sandro Fazzuoli, che nonostante ci fossero in ballo situazioni personali per lui ben più importanti di una partita di calcio, ha voluto essere presente a Monticchiello.
Gian Luca Boscagli